Eco-sustainability: well-being of man and the environment
           

"We have decided to return to our past because we are convinced that, in the current state of knowledge, only in it are there the conditions for having great dishes and above all the well-being of man and the environment ." Osteria della Cipolla Rossa is the old Tropea tavern that offers local wines and local cuisine red onion from Tropea; nevertheless it offers dishes from Tropea from the 50s/60s made according to professional cooking techniques and following nutritional guidelines. The Second War had just ended. Global and economic difficulties, limited resources and low technological level favored a frugal lifestyle and a healthy diet of plant products. A cuisine made of traditions and typicality, of experience and manual skills and which requires times and ways of working that are impossible today. A series of skills, knowledge, rituals, symbols and traditions regarding crops, harvesting, fishing, animal husbandry, conservation, processing, cooking, and in particular sharing and food consumption. The ancient whole grains of southern Italy, the onion and vegetables and the extra virgin olive oil produced in the most natural way possible and much more are the ingredients for an ancient, true and eco-sustainable cuisine. Woman play an important role in transmission of knowledge and tradition: they safeguard the techniques, respect seasonal rhythms and festive events and transmit the values ​​of the element to the new generations. We are looking, with great sacrifices, to preserve and carry forward this priceless treasure.
Continuous study and practice, to make tradition current, as well as the strength not to be overwhelmed from the industrialization of modern times are essential requirements. But the Osteria della Cipolla Rossa's proposal is also cultural. The dishes we offer have accompanied and grown whole generations: they are the mirror of a land and of many cultures that express themselves in their aromas, their flavors and their workmanship. To not do them forget we must always keep alive their story and that of theirs people. Each dish is preceded by a presentation that explains it the historical, technical/scientific and culinary characteristics. Like in real life Mediterranean tradition, the cuisine of Osteria della Cipolla Rossa is almost vegetarian (vegetables and rarely poor fish) and, as already mentioned, the ingredient privileged is the red onion from Tropea. Just as we used to do in the past, we cook “at the moment”, that is, in such a way that the dish is ready exactly for the time agreed with the customer, and also for this reason we use refrigerators and freezers. This return to the past, therefore, brings within itself the most important characteristic of tradition: eco-sustainability. Reservation is mandatory. 
With the aim of rediscovering and disseminating Tropean cuisine, we organize cultural-gastronomic meetings (with methods to be agreed) for groups of up to 15 people.

Every morning, at the market of the day, we check the offer and therefore the possibility of preparing a few dishes (2/ 3 approximately) to pair with our wines. Without purchasing anything we publish the "Proposal of the day" with its price on the website. The "Proposal of the day" is made up of the wines, the dishes (the "Tastes of poverty"), which we would like to cook in combination with the wines and the cultural/scientific elements (history, traditions, geography, food products, cuisine etc. of Tropea and its territory) which constitute an integral part of it. Only after having read it will customers be able to definitively confirm the booking, since the "Proposal of the day" has no alternative and may not be to their liking. The reservation (mandatory and requested via email), in fact, can be made within the current month, but on the day of the tasting and after having verified the "Proposal of the day" and the relative price, the customer must necessarily confirm it (via email) definitively. For wines, foods or large amounts, booking and final confirmation must be made at the property. The Proposal is, in general, different every day from the previous day. As soon as the "Proposal of the day" booking is confirmed, we do the shopping and cook only for the booked customers since everything purchased or produced must be disposed of on the same day, to ensure maximum freshness and eliminate waste. We do not use refrigerators (except for wines, but an underground cellar is under construction), freezers and technological equipment in general. A small kitchen with 4 burners and a workbench are the only equipment we use. The ingredients are exclusively seasonal, local and most of them are produced internally in an exclusively artisanal way. Water and wine are the only drinks available. Control tests will soon be carried out on the raw material to verify its authenticity and the energy used will be renewable and self-produced. The cuisine, which is almost vegetarian (only vegetables and rarely poor fish), features the red onion from Tropea, if it is in season, and is inspired by the Tropea tradition. It is a child of the post-war period: it is a taste of poverty. Each of our dishes has a story, its reason for being and we tell them because they are, perhaps, more important than its taste. Osteria della Cipolla Rossa is a cultural and well-being experience for the person and the environment. Prices are in relation to the quality of what is offered and the craftsmanship of the workmanship. Finally, Osteria della Cipolla Rossa, in this new location, is located in the center of what was once a beautiful onion field and the current kitchen room was the warehouse for tools. We still have to renovate but we want to do it without any environmental impact. The room is outdoors and the furniture is made of recycled/reused material because we believe that well-being and taste at the table are a consequence of the well-being and taste of the environment in which we all live. We have 2 tables, we cook for very few people and reservations are mandatory.

In conclusion
Osteria della Cipolla Rossa is not a restaurant but a place made of traditions and science to try to understand the nature of our land. A place where you return to the past to eat in a genuine way, where you acquire the awareness that this is possible thanks to a healthy and clean environment and where the offer is above all cultural. We hope, in the future, to be able to increase our accommodation capacity and reduce costs. For now, a "Thank you" to everyone who understands our efforts.

 

Ecosostenibilità: benessere dell'uomo e dell'ambiente
             

"Abbiamo deciso di tornare al nostro passato perché convinti che, allo stato attuale delle conoscenze, solo in esso ci siano le condizioni per avere grandi piatti e soprattutto il benessere dell'uomo e dell'ambiente." Osteria della Cipolla Rossa è la vecchia osteria tropeana che offre i vini del territorio e la cucina della cipolla rossa di Tropea; nondimeno propone piatti della Tropea degli anni 50/60  eseguiti secondo le tecniche della cucina professionale e seguendo linee guida nutrizionali. Era appena finita la Seconda Guerra Mondiale e le difficolta economiche, la limitatezza delle risorse e il basso livello tecnologico favorirono uno stile di vita frugale e con una dieta a base di prodotti vegetali.  Una cucina fatta di tradizioni e tipicità, di esperienza e manualità e che necessita di tempi e modi di lavoro oggi impossibili. Una serie di competenze, conoscenze, riti, simboli e tradizioni riguardanti le colture, la raccolta, la pesca, la zootecnia, la conservazione, la lavorazione, la cottura, e in particolare la condivisione e il consumo di alimenti. I grani integrali antichi del sud italia, la cipolla e gli ortaggi e l'olio extravergine di oliva prodotti nel modo più naturale possibile e tanto altro ancora sono gli ingredienti per una cucina antica,vera e ecosostenibile. Le donne svolgono un ruolo importante nella trasmissione della conoscenza e della tradizione: salvaguardano le tecniche, rispettano i ritmi stagionali e gli eventi festivi e trasmettono i valori dell’elemento alle nuove generazioni. Stiamo cercando, con grandi sacrifici, di conservare e di portare avanti questo inestimabile tesoro. Studio e pratica continua, per rendere attuale la tradizione, oltre alla forza di non farsi travolgere dall’industrializzazione dei tempi moderni sono requisiti essenziali. Ma la proposta di Osteria della Cipolla Rossa è anche culturale. I piatti che proponiamo hanno accompagnato e cresciuto intere generazioni: sono lo specchio di una terra e di tante culture che si esprimono nei loro profumi, nei loro sapori e nella loro fattura. Per non farli dimenticare dobbiamo tenere sempre viva la loro storia e quella della loro gente. Ogni piatto viene preceduto da una presentazione che ne spiega le caratteristiche storiche, tecniche/scientifiche e culinarie. Come nella vera tradizione mediterranea, la cucina di Osteria della Cipolla Rossa è quasi vegetariana (verdure e di rado pesce povero) e, come già detto, l’ingrediente privilegiato è la cipolla rossa di Tropea. Così come si faceva una volta cuciniamo “al momento”, cioè in modo tale che il piatto sia pronto esattamente per l'ora concordata con il cliente, e anche per questo non facciamo uso di frigoriferi e surgelatori. Questo ritorno al passato, quindi, porta in sé la caratteristica più importante della tradizione: l’ecosostenibilità. La prenotazione è obbligatoria. Al fine della riscoperta e divulgazione della cucina tropeana organizziamo incontri culturali-gastronomici (con modalità da concordare) per gruppi di max 15 persone.

Ogni mattina, al mercato di giornata, verifichiamo l’offerta e quindi la possibilità di preparare pochi piatti (2/3 circa) da abbinare ai nostri vini. Senza acquistare niente pubblichiamo la "Proposta del giorno" con il suo prezzo sul sito web. La "Proposta del giorno" si compone dei vini, dei piatti (gli "Assaggi di povertà"), che ci piacerebbe cucinare in abbinamento ai vini  e degli elementi culturali/scientifici (storia, tradizioni, geografia, prodotti alimentari, cucina ecc. di Tropea e del suo territorio) che ne costituiscono parte integrante. Solo dopo averne preso visione i clienti potranno confermare definitivamente la prenotazione, poiché la "Proposta del giorno" non ha alternativa alcuna e potrebbe non essere di gradimento. La prenotazione (obbligatoria e richiesta mezzo email), infatti , può effettuarsi entro il mese in corso, ma il giorno della degustazione e dopo aver verificato la "Proposta del giorno" e il relativo prezzo il cliente dovrà obbligatoriamente confermarla (mezzo email) definitivamente. Per vini, cibi o importi di una certa importanza prenotazione e conferma definitiva sono da effettuare presso la struttura. La Proposta è,  in genere, ogni giorno diversa dal giorno precedente. Appena confermata la prenotazione della "Proposta del giorno" facciamo la spesa e cuciniamo unicamente per i clienti prenotati poiché tutto quanto acquistato o prodotto deve essere smaltito in giornata, perché si abbia il massimo della freschezza e si annullino gli sprechi. Non facciamo uso di frigoriferi (tranne che per i vini, ma è in costruzione una cantina interrata), surgelatori e attrezzatura tecnologica in genere. Una piccola cucina con 4 fuochi e un banco da lavoro sono le uniche attrezzature che utilizziamo. Gli ingredienti sono esclusivamente di stagione, del territorio e la maggior parte prodotti internamente in modo esclusivamente artigianale. Acqua e vino sono le uniche bevande disponibili. Prossimamente verranno eseguiti test di controllo sulla materia prima per verificarne la genuinità e l'energia utilizzata sarà rinnovabile e autoprodotta. La cucina, che è quasi vegetariana (solo verdure e di rado pesce povero), ha come protagonista la cipolla rossa di Tropea, se è stagione, ed è ispirata dalla tradizione tropeana. Essa è figlia del dopoguerra: è un assaggio di povertà. Ogni nostro piatto ha una storia, una sua ragione d'essere e noi li raccontiamo perché sono, forse, più importanti del suo gusto. Osteria della Cipolla Rossa è un'esperienza culturale e di benessere della persona e dell'ambiente. I prezzi sono in relazione alla qualità di quanto offerto e alla artigianalità della fattura. Infine, Osteria della Cipolla Rossa, in questa nuova sede, si trova al centro di quello che anticamente fu un bellissimo campo di cipolle e l'attuale locale della cucina ne era il magazzino per gli attrezzi. C'è ancora da ristrutturare ma vogliamo farlo senza alcun impatto ambientale. La sala è all'aperto e l'arredo è costituito da materiale riciclato/riutilizzato poiché crediamo che il benessere e il gusto a tavola sono conseguenza del benessere e del gusto dell'ambiente in cui tutti noi viviamo. Abbiamo 2 tavoli, cuciniamo per pochissime persone e la prenotazione è obbligatoria.
 
In conclusione
Osteria della Cipolla Rossa non è un ristorante ma un posto fatto di tradizioni e di scienza per cercare di carpire la natura della nostra terra. Un posto dove si ritorna al passato per mangiare in modo genuino, dove si  acquisisce la consapevolezza che ciò è possibile grazie a un ambiente sano e pulito e dove l'offerta è soprattutto culturale. Speriamo, nel futuro, di poter aumentare la nostra capacità ricettiva e diminuire i costi. Per il momento un " Grazie " a tutti quelli che comprendono i nostri sforzi. 



Tradition and eco-sustainability / Tradizione e ecosostenibilità


Tradition and eco-sustainability are the words that characterize the vision of our future. Our tradition carries eco-sustainability within it. Osteria della Cipolla Rossa was born to re-propose in a modern guise what were the habits food in southern Italy in the 1950s. Such habits they were born and developed during the Second World War in a context characterized by economic difficulty, limited resources and low technological level. These characteristics promoted a healthy environment, almost uncontaminated, where an active lifestyle and diet developed based on agricultural plants based on the excellence of the territory. Here then is man and Nature in one symbiotic relationship for the well-being of each other. Poverty (renunciation, simplicity, economy, rationality, science) of man which is eco-sustainability for the well-being of Nature, that is, of itself. Tradition as a return to those times but with a small observation that we expose below. Tradition, from the Latin tradere, that is, to deliver, transmit, entrust. Traditions are those components of our culture that are handed down to us by those who preceded us and which, in turn, we pass on to those who follow us. But in the passage from one generation to another and above all in the contact between different societies, traditions change. Furthermore, in particular historical moments, some "traditions" have been completely invented. An example: until the early 1960s in Italy we didn't even know what pizza was. The topic of tradition, in our case not only gastronomic, is complex and full of nuances and we intend to develop it, as far as possible, in the following of our articles. As with all other topics, we can also provide bibliographical references for this topic if requested.